Search
Generic filters
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in excerpt

Insieme è possibile rinascere da ogni forma di violenza

Come già avviene da diversi anni, anche Coop scenderà in campo per sostenere la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del prossimo 25 novembre con un’attività che mira a raccogliere fondi da destinare ad associazioni e organizzazioni che nei territori si occupano di accogliere e sostenere le donne vittime di violenza, denunciare e contrastare il fenomeno del femminicidio e promuovere una cultura di riconoscimento e rispetto dei diritti umani, realtà con le quali le Cooperative hanno relazioni e collaborazioni consolidate.

L’iniziativa Coop prevede che nella settimana dal 23 al 29 novembre, si potranno acquistare prodotti simbolo, cioè le confetture “Frutti di pace”, e per ogni confezione venduta Coop destinerà 50 centesimi di euro alla sua campagna.

E’ importante ricordare che le confetture “Frutti di pace” sono simbolo di una storia di riscatto, ed emancipazione delle donne, sostenuta sin dall’inizio da Coop, in quanto vengono dalla cooperativa “Agricola Insieme”, nata tra Bartunac e Sebrenica, nella  regione della Bosnia luogo di feroci massacri etnici durante la guerra del 1995 nella ex-Jugoslavia.

“Insieme” è nata proprio con lo scopo di favorire il ritorno a casa dei profughi della ex-Jugoslavia attraverso un’attività basata sulla coltivazione di piccoli frutti nelle fattorie di famiglie riunite in cooperativa. Così, grazie al lavoro donne (operaie, agronome e contadine) di diverse etnie che vogliono vivere dove sono nate, si riesce a ridare dignità a un territorio creando un’occasione di riscatto sociale attraverso la valorizzazione delle produzioni locali (ricordiamo che le diverse confetture sono di mirtillo, lamponi, more e bacche di sambuco). 

“Anche quest’anno –spiega l’amministratore delegato di Coop Italia, Maura Latini – siamo più che mai convinti che sia importante impegnarci per stare al fianco delle donne vittime di violenza, contrastare il fenomeno del femminicidio  e promuovere una cultura di riconoscimento e rispetto dei diritti umani. Con un semplice gesto, come l’acquisto delle confetture “Frutti di pace”, si ottiene un duplice risultato, sostenendo il progetto delle donne bosniache e finanziando la rete di centri qui in Italia”.

In aggiunta all’iniziativa nazionale, Coop Liguria, nella giornata del 25 novembre, distribuirà nuovamente alle casse dei biglietti da visita che riportano sul fronte il numero nazionale 1522 contro la violenza e sul retro i contatti dei centri antiviolenza attivi in ciascuna provincia.

Alle casse degli ipermercati, anche quest’anno saranno realizzati degli allestimenti con accessori femminili rossi, nell’ambito della campagna “Posto occupato”, con l’obiettivo di ricordare le tante donne rimaste vittima di femminicidio.

Coop Liguria, infine, sostiene le iniziative a tema promosse da diverse associazioni impegnate nella difesa delle donne.

L’impegno contro la violenza sulle donne e a favore della parità di genere è da sempre un valore per la Cooperativa, il cui personale è costituito per oltre il 75% da donne. Per tutelarle, Coop Liguria è stata la prima impresa ligure (e una delle prime in Italia) ad adottare, già nel 1998, un “Codice antimolestie” e ha istituito una Commissione interna pari opportunità alla quale è possibile rivolgersi per segnalare eventuali difficoltà o comportamenti scorretti. Per favorire la conciliazione di vita e lavoro, la Cooperativa adotta forme di autogestione dell’orario ed è stata premiata dall’INAIL e della Consigliera regionale di Parità per le sua politiche di welfare a sostegno della genitorialità.

All’Aquilone di Genova, prima stazione di ricarica auto Ultrafast della città

Coop Liguria aderisce a “M’illumino di meno”

vai a tutte le news
7

2 milioni di euro

di retribuzione aggiuntiva pagata ai lavoratori grazie alla contrattazione aziendale

87% di lavoratori assunti

con contratti a tempo indeterminato

65.000 ore

di formazione erogate ogni anno

660 lavoratori

che possono autogestire il proprio orario con forme innovative di organizzazione del lavoro
2

1.300 laboratori gratuiti

proposti ogni anno alle scuole con il progetto “Saperecoop”

31.000 partecipazioni

di bambini e ragazzi coinvolti in Liguria e in alcune località del Basso Piemonte

3.978 premi

didattici distribuiti con “Coop per la scuola”

900.000 euro

di investimento complessivo a favore della scuola
3

2 milioni di euro

investiti ogni anno per il sostegno alle manifestazioni culturali promosse sui territori

Oltre 900 attività

proposte dai programmi Coop Liguria per il tempo libero, tra incontri, visite guidate ed escursioni

28.000 partecipazioni

di Soci e cittadini alle attività proposte su tutto il territorio
6

59 tonnellate

di generi di prima necessità donati alle associazioni del volontariato con il progetto “Buon Fine”, che recupera i prodotti non più vendibili dei punti vendita

quasi 100 tonnellate

di prodotti alimentari e articoli di cancelleria donati da Soci e clienti con le raccolte “Dona la spesa” e il progetto “Spesa sospesa”

100.000 euro

donati alle associazioni del volontariato che si prendono cura delle famiglie in difficoltà

4

63 milioni di euro

di acquisti effettuati ogni anno da Coop Consorzio Nord Ovest presso imprese liguri

51 punti vendita

coinvolti per valorizzare sugli scaffali i prodotti locali

3 iniziative promozionali

l’anno dedicate ai prodotti liguri

2 marchi

per segnalare il pesce e l’ortofrutta
1

30.400 tonnellate

di CO2 risparmiate in otto anni grazie agli interventi su illuminazione, refrigerazione e climatizzazione

400.000 kilowattora

di energia prodotti ogni anno da 8 impianti fotovoltaici attivi presso la sede di Arenzano e in 7 punti vendita

8.828 tonnellate

di materiali riciclabili avviate ogni anno alla raccolta differenziata

5

89 milioni di euro

di sconti garantiti ogni anno  a Soci e clienti, in aggiunta alla convenienza quotidiana “Prezzi bassi sempre”

4.800 prodotti  

buoni, convenienti, etici, ecologici e soprattutto sicuri, grazie a 7,7 milioni di controlli effettuati ogni anno

1,6 milioni di euro

di risparmio generato dai distributori Enercoop rispetto ai prezzi medi di mercato